© ph. Matteo Marioli

Gelato salato al burro di malga e sarde essiccate di Monte Isola

Tradizione, creatività e sostenibilità della filiera per una ricetta insolita con il gelato protagonista.
Il gelato salato (o gourmet) è un prodotto che, se non è ancora entrato nelle abitudini gastronomiche, per noi merita senz’altro di essere scoperto.
Non nasce per essere gustato “in purezza”, ma in abbinamento. Per iniziare a sperimentarne il gusto provate da farlo in casa, anche senza l’aiuto della gelatiera.  Abbiamo chiesto allo chef Marco Martinelli di valorizzare il gelato salato per uno snack estivo. Il risultato è davvero sfizioso. Lasciandovi ispirare dalla ricetta di questo snack con gelato mantecato al latte e burro di malga, con olio extravergine di oliva e sadine essiccate di Monte Isola, proposta nella VideoStoria di giugno. Ottimo appunto per un aperitivo fresco e sfizioso da abbinare a vini leggeri locali.

Lo chef Marco Martinelli © ph. Matteo Marioli

Marco Martinelli
Chef, formatore e docente ha sviluppato la sua esperienza presso numerosi alberghi e ristoranti. Attualmente è insegnante presso l’I.I.S.S. “A. Mantegna” di Brescia e consulente in diversi ambiti della ristorazione. Docente e tutor di tirocinio del corso di Alta Formazione per Cuoco di CAST Alimenti. Dal 2019 è entrato a far parte anche del team dei docenti dell’Alta Formazione Pasticcere e Pasticcere da Ristorazione e d’Albergo. Determinante per la sua crescita professionale è l’incontro con lo chef Vittorio Fusari e la conoscenza della sua filosofia di cucina. La curiosità e il desiderio costante di imparare e mettersi in gioco, lo ha avvicinato al mondo del gelato e delle competizioni: nel 2013 e nel 2019 si aggiudica il Sigep Gelato d’Oro diventando Campione Italiano di gelato gastronomico. A gennaio 2020 a Rimini vince con il Team Italia la Coppa del Mondo di Gelateria.

LA RICETTA
Gelato salato mantecato al burro di malga, con sadine essiccate di Monte Isola

Gli ingredienti © ph. Matteo Marioli

Ingredienti per il gelato
250 g di burro di malga
250 ml di panna fresca
130 ml di latte intero di malga
Sale q.b.

Il pane di segale del panificio Formis di Berzo Demo © ph. Matteo Marioli

Ingredienti per lo snack
2 o 3 pani di segale meglio a forma di ciambella
1 confezione di agoni (sardine) essiccate di Monte Isola (Presidio Slow Food)
Prezzemolo q.b.
Olio Evo q.b.

PREPARAZIONE
Cominciate a preparae il gelato salato casalingo: Versate il burro in una ciotola tagliatelo a pezzi e ammorbiditelo, quindi mettetelo nel mixer con la panna fresca, il latte ed un pizzico di sale. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto liscio senza grumi, quindi versatelo in un contenitore e lasciate riposare il composto in freezer per almeno 8 ore. Una volta trascorso il tempo versate il composto ghiacciato nel mixer e frullate a scatti a più riprese fino a dare una consistenza cremosa al composto.

la preparazione © ph. Matteo Marioli

Preparate tagliato il pane di segale a spicchi, che aprirete a metà. Nel frattempo mettete sul fuoco, a fiamma dolce, un pentolino antiaderente a bordi alti e fate appena ammorbidire gli agoni che avrete precedentemente tagliato in piccoli pezzi, quindi spegnete il fuoco e aggiungere una bella manciata di prezzemolo fresco tritato, poi mescolate.

© ph. Matteo Marioli

Su un piatto di portata adagiate la base degli spicchi di pane su cui versare prima un chcchiaio di salsa, poi incorporate una pallina di gelato, versateci ancora un cucchio di salsa prima di chiudere lo snack con l’altra fetta di pane. La salsa non deve essere fredda, ma tiepida per creare il giusto contrasto in bocca. Da servire subito!
Segui i passi della ricetta, anche nella sua versione dolce, direttamente nella sezione delle VideoStorie

Lo snack con gelato salato mantecato al burro di malga con sardine essiccate di MonteIsola dello Chef Martinelli © ph. Matteo Marioli

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email